Maktab

EquiLibri d'Oriente ha deciso di aprire questo blog in conformità con quelli che sono i suoi fini e scopi. Maktab indica il nome di quella prima istituzione rudimentale dove nel mondo islamico i bambini cominciano ad apprendere la lettura e la scrittura. Allo stesso modo questo contenitore intende costituire un primo piccolo porto dove saperi, curiosità, storie, riflessioni e suggestioni attracchino, si incontrino e diano vita ad uno scambio continuo ricco di sfumature variopinte dove l'unica legge vigente sia quella di discorrere di cultura. Maktab vuol essere uno spazio dove giovani musulmani possano condividere la propria passione culturale senza confini, passando dalla letteratura all'arte, dalla musica al cinema, dal teatro alla fotografia. Tutti gli scritti e le opinioni espresse al loro interno appartengono agli autori dei medesimi e non ad EquiLibri d'Oriente. Afferrate i calami, dispiegate le vele e buona lettura!

Maktab2017-05-16T22:22:31+00:00
1504, 2018

The cure

15 aprile 2018|0 Comments

The cure “The ninety and nine are with dreams, content, but the hope of the world made new, is the hundreath man who is grimly bent on making those dreams come true” (Edgar Allan Poe?) Ted Olson   Vi sono paure e paure, in questo mondo in cui l'inconscio detta sulla realtà, sulla verità concreta che ci circonda. Ci sono paure legate da queste realtà esterne e ve ne sono altre dettate dalla nostra mente, giocate in illusioni catartiche che arrivano ad annidarsi all'interno del nostro corpo come un parassita che ci risucchia lentamente la vita ed insieme ad esse tutte le nostre consapevolezze, la nostra forza di azione e reazione a chi siamo e chi vorremmo diventare, la paura che si annida e si rannicchia al di là dei nostri pensieri creando un mostro che siamo obbligati a combattere [...]

1401, 2018

Quella che pesava le parole

14 gennaio 2018|0 Comments

Quella che pesava le parole   È un peso dover pesare le parole, soprattutto se si è riflessivi. Forse è anche in ciò che risiede il peso delle parole. Con quanta pesantezza e importanza affrontiamo un discorso. Più ci pesa, più sarà importante. Se non fosse importante, non ci peserebbe. Dovrei imparare a reggere il colpo, il peso. Solo cosi imparerò a domare le parole con maestria, o almeno, con più efficacia. Meglio efficace che efficiente. Meglio ragionare di più, che aver fretta di dire la propria. L'altrui può aspettare, il nostro pensiero non ci vien richiesto. Abbiamo noi scelto di proporlo, quindi meglio farlo con cura, e rispettare l'altro. Dalla pazienza si passa all'assimilazione, di pensieri e concetti, idee stabili, precedentemente costruite con cura. Ho attutito il colpo, mi son creato uno scudo. Ora devo crear contenuto. Il contenuto [...]

501, 2018

Poesia nel cuore

5 gennaio 2018|0 Comments

Poesia nel cuore   Poesia è una brezza d’aria che accarezza i capelli è il vento intrepido che soffia e libera con forza. Poesia è il sorriso condiviso da due innamorati il pianto disperato e solitario. Poesia è una rosa candida e timida una margherita scomposta il profumo dolciastro di gelsomino. Poesia è nel nostro cuore.   Di Saida Hamouyehy

2712, 2017

Ad una poesia

27 dicembre 2017|0 Comments

Ad una poesia   Una costante ricerca di perfetta sinfonia Scriviamo, narriamo, non importano parole Concretizziamo la fede in armonia Parliamo di vita, amore, morte, giustizia e Dio Parliamo di anima, corpo e mente Dedichiamo parole, come i grandi, ai caduti in guerra A quelli che sacrificarono i loro corpi brucianti Mandando in fumo sacrifici, sogni e illusioni E prima di tutto, le preziose speranze Che noi, cacciatori di parole, ricerchiamo E recuperiamo come diamanti e rendiamo memoria, Parliamo dell’amica morte di come essa sopraggiunga in brevi versi: Senza radici, gli sguardi persi solo rami spezzati dispersi e foglie invecchiate, morte come gli occhi di chi guarda rassegnato, l'inesorabile sorte.   Di Wafaa El Antari