Invoco cieli

Invoco cieli,
danzo per la pioggia.
Osservo la luna,
in cerca d’un viaggio
che mi porti via.
Nel buio della notte,
ombre che mi perseguitano.

Figure migranti
sorvolano i mari.
Anime morenti
scappano infuocate
nei cieli invocati.

I nostri corpi
si vogliono amare.
Ma come faranno,
denudati delle loro anime?

Le nostre anime
si parlano.
Ma come faranno ad incontrarsi,
in mezzo a questa fuga?

Solo lui lo sa.
Si, solo lo sceicco;
che in mezzo allo scirocco
sposa due anime solitarie,
lasciando il terzo
in balia al suo destino.
Eccomi, figlio del vento,
che invoco perso,
i cieli.

 

Di Mahdi Sarhan.

2018-11-19T19:38:39+00:002 luglio 2018|

Leave A Comment