Articoli e approfondimenti

Articoli e approfondimenti2017-05-10T11:54:25+00:00
1411, 2020

Sul fondo del Sand Creek

By |14 novembre 2020|0 Comments

Sul fondo del Sand Creek   “I nostri guerrieri troppo lontani sulla pista del bisonte E quella musica distante diventò sempre più forte Chiusi gli occhi per tre volte Mi ritrovai ancora lì Chiesi a mio nonno è solo un sogno Mio nonno disse sì. A volte i pesci cantano sul fondo del Sand Creek.” (Dal testo della canzone “Fiume Sand Creek” di Fabrizio De Andrè)       In occasione di una visita ad un’esposizione di Elena Bellantoni, presso l’associazione Recontemporary in centro a Torino, sono venuto a conoscenza della storia di Cristina Calderon, una donna dichiarata patrimonio umanitario dall’UNESCO nel 2006. Può parere assurdo ma questa signora rappresenta l’ultima donna dell’antica stirpe Yaghan, popolazione dei nativi della Patagonia. Questa etnia indigena, che abitava i dintorni di Capo Horn, è ad un passo ormai dalla certa estinzione. Con lei [...]

611, 2020

Cous Cous e tiramisù

By |6 novembre 2020|0 Comments

Cous Cous e tiramisù   Son cresciuta attorno a tavoli rotondi. Rotondo come il piatto in terracotta al centro dell'universo,  in cui ognuno di noi ritrova se stesso  attraverso il profumo del Marocco. Gli spigoli non erano contemplati a casa mia. Servivano solo a coprire gli angoli nudi della cucina. Mi piacciono i colori caldi della terra screpolata dal sole, della sabbia mediterranea  e dei fiori arancio in primavera. Fatico a definirmi in un solo insieme. Preferisco di gran lunga sentirmi intersezione di infiniti mondi. Alfa e Alif compongono il mio pensiero strutturante. Oriente e Occidente dialogano in me da quando cammino. A 10 mesi dalla nascita. Penso sia la curiosità ad avermi mossa così presto. Mia mamma mi riprendeva se suonava qualcuno al citofono e chiedevo chi fosse. Perchè ognuno deve sentirsi benvenuto, lo vedi quando sale chi é, [...]

2305, 2020

Macedonia di Tangeri, Palermo e Sondrio

By |23 maggio 2020|0 Comments

Macedonia di Tangeri, Palermo e Sondrio   E come si fa ad essere etere? Quando ti senti figlia di infiniti mondi perché uno soltanto non voglio pensare che esista. Quando sei figlia di Nord e Sud ma non conosci la bussola, che i tuoi stessi avi hanno costruito. Quando essere due, in uno stomaco solo, rende radianti di luce le lucciole, che, ti chiedono chi sei? Da dove vieni? E allora tu accendi la radio. Hai acceso la radio? Oggi ho voglia di musica araba, per sentirmi un po’ più vicina alla terra, che a volte, sai, mi perdo nel cielo. Poi mettimi in coda “Wish you were here” che mi ricorda il suo vinile. Troppo Nord, troppo Sud, eppure Est ed Ovest fanno meno paura. Perché frontali è più difficile che paralleli. Ti mescoli alle spezie che la pelle [...]

608, 2019

Recensione del film “A first farewell”

By |6 agosto 2019|0 Comments

Illustriamo qui sotto i dati e la nostra recensione del film selezionato quest'anno da EquiLibri d'Oriente per l'edizione del 2019 del festival cinematografico EstAsia - Cinema d'Oriente.    A first farewell / Di yi ci de li bie   Regia e sceneggiatura: Lina Wang Fotografia: Yong Li Montaggio: Matthieu Laclau Musica: Wenzi Interpreti: Isa Yasan: Isa; Kalbinur Rahmati: Kalbinur; Alinaz Rahmati: fratello di Kalbinur; Musa Yasan: fratello di Isa; Yasan Kamisu: padre di Isa; Ugulem Sugur: madre di Isa; Tajigul Heilmeier: madre di Kalbinur; Rahmati Kuramu: padre di Kalbinur; Kuramu Kasimu: nonno di Kalbinur. Durata: 86’. Origine: Cina, 2018. Genere: poetico, neorealista. Diritti internazionali: Flash Forward Entertainment.       Trama In un villaggio contadino cinese della regione autonoma dello Xinjiang vive Isa, un ragazzo uiguro, che ama passare le giornate con la sua amica Kalbinur. Assieme passeggiano ed allevano una capretta [...]

2910, 2016

Nass El Ghiwane, i Rolling Stones dell’Africa

By |29 ottobre 2016|1 Comment

Nass El Ghiwane, i Rolling Stones dell’Africa Nass El Ghiwane, la Gente della trance o meglio i Rolling Stones dell’Africa, come li chiamò Martin Scorsese. Gruppo musicale storico del Marocco, nato nei primi anni ’70 e tutt’ora in attività. La storia che si cela dietro ai Nass el Ghiwane ha del magico, il loro stile musicale è inconfondibile, i loro pezzi hanno segnato generazioni e generazioni in Marocco. Siamo nel 1964 a Casablanca, di preciso nel quartiere Hay el Muhammadi, il più povero della città ma anche il più variegato e vivace, ed è qui che L’arbi Batma, Omar Sayed, Boujmi’ e Allal, i membri fondatori del gruppo, si incontreranno e conosceranno. Questo li porterà ad essere ricordati anche come awlad al hay, i figli del quartiere, appunto perché provenienti dal Hay el Muhammadi, nel quale erano anche vicini di casa. Infatti [...]

109, 2016

Pasolini e lo Yemen

By |1 settembre 2016|0 Comments

Pasolini e lo Yemen Vi chiederete che cosa possa legare un luogo cosi remoto e misterioso, come lo Yemen, a Pier Paolo Pasolini. Le domande da porsi in realtà sono ben poche per chi conosce lo scrittore, anzi si può vedere nello Yemen il posto ideale, la meta tanto ricercata da Pasolini, tant'è che disse: ‘’Lo Yemen, architettonicamente, è il paese più bello del mondo. Sana’a, la capitale, una Venezia selvaggia sulla polvere senza San Marco e senza la Giudecca, una città-forma, la cui bellezza non risiede nei deperibili monumenti, ma nell'incompatibile disegno... è uno dei miei sogni’’.  Pasolini rimase cosi colpito dalla bellezza del paese e dalla maestosità della sua capitale Sana’a che nell'ottobre del 1970, durante un suo viaggio di lavoro nello Yemen, decise di girare un breve documentario intitolato "Le mura di Sana'a" in forma di appello [...]